Due laboratori a Suzzara

Sono stato invitato la settimana appena scorsa ad un giovane festival delle scienze a Suzzara. Per l’occasione, ho tenuto due laboratori, il primo con una ventina di ragazzini delle elementari-medie, replica di un laboratorio già proposto a Hackspace Festivaletteratura:

Come costruire un calcolatore meccanico con lego e biglie

Il bit è il più piccolo pezzo di informazione. Quando scriviamo un messaggio su WhatsApp, o scattiamo una foto con lo smartphone, non stiamo facendo altro che modificare un certo numero di bit secondo una successione di calcoli. Concetti un po’ astratti: in pratica, di cosa è fatto il bit? E cosa vuol dire ‘lanciare un programma’? In questo laboratorio impareremo a costruire il più semplice dei calcolatori usando il lego e lanciando biglie come fossero programmi informatici, per iniziare a capire che cosa succede nel cuore dei nostri smartphone.

Il secondo laboratorio era per una platea era di una settantina di studenti del Liceo Scientifico Manzoni di Suzzara, ed è stato la crasi di tre precedenti laboratori , uno già proposto al master di comunicazione scientifica di Trieste, discuss qui, e due già proposti a Scienceground Festivaletteratura sulla statistica come metodo critico:

I piselli verdi rugosi fanno cadere in skateboard?
Pare che comparire sulla copertina di Sports Illustrated “porti iella”: molti degli sportivi che vi sono immortalati poi iniziano una parabola discendente. Ma è veramente un fatto straordinario, oppure esiste una spiegazione semplice? In questo laboratorio cercheremo di comprendere le fallacie statistiche, ovvero quei particolari inganni che il cervello ci gioca quando ci confrontiamo con pattern di informazione. Affronteremo anche come queste stesse fallacie affliggono la produzione e l’interpretazione della conoscenza scientifica.

I film con Nicholas Cage causano l’annegamento?
“Tutto ciò che sai è falso”: un motivetto ricorrente tra i complottisti amatoriali. In questo breve corso puoi diventare complottista PRO! E aggiornare la frase in: “Tutto ciò che sai non è vero”. Ups… ma non è esattamente lo stesso? E se fosse: “Tutto ciò che non sai può esser vero?”. Aiuto! In che senso un fatto è giusto o sbagliato? E di quali strumenti è necessario dotarsi per combattere “Big Data” e “Big Pharma”? Non troverete la risposta in questo laboratorio, ma in ogni caso la nostra non-risposta non è del tutto non-vera.

I laboratori stanno evolvendo, ogni volta che li faccio cambiano, soprattutto il secondo sta diventando sempre più articolato ed appassionante, riesco a mantenere l’attenzione dei ragazzi per varie ore, e mi riprometto di proporlo in giro in vari contesti.

Per l’occasione mi sono registrato, ma non posso pubblicare i materiali (contengono le voci dei ragazzi). Chi fosse interessato ad ascoltarli può chiedermeli personalmente.

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s